IT | EN | ES | PO | Login
news - TV RSI LA 2 CAFÈ DO BRASIL
Emissione 15.6.2014

In data 13 giugno il giornalista Emiliano Bos, inviato della trasmissione sportiva Café do Brasil in onda sulla RSI LA 2, ed il collaboratore Alfio de Paoli hanno realizzato un breve filmato presso la Casa dos Curumins. Quel giorno la squadra di calcio femminile della Casa giocava una partita di campionato fra organizzazioni sociali.  Il bel servizio, trasmesso in data 15 giugno 2014, è visibile nel sito dell’Associazione o in quello della RSI LA2 Cafè do Brasil.   http://casadoscurumins.org/video.php?itemid=16

Sinossi:

Polyanna non ti chiede nulla e ti prende subito la mano. Sei anni, riccioli arruffati e un sorriso dolce, ti mostra subito la sua casa. No, non abita qui. Ma la “Casa dos curumins” per lei è come se lo fosse. Ci sono tutti, oggi, i 150 ragazzi che quotidianamente affollano questi locali colorati e semplici, coi loro disegni alle pareti. Fuori, c’è un quartiere anonimo a ridosso dell’ennesima favela di una megalopoli dove l’identità si perde in groviglio di baracche e fili della corrente penzolanti. Dentro, il calore di chi sa accogliere e dare speranza: Alberto Eisehardt e sua moglie Adriana. Hanno deciso di lasciare il Ticino per trasferirsi qui. Da tre anni stanno semplicemente “in mezzo” ai bambini e i ragazzi del distretto Pedrera, estrema periferia sud di San Paolo. In lingua Tupi-Guarani, Curumins significa “casa dei ragazzi”. Da queste parti si va a turni a scuola, le aule non bastano. Finite le lezioni, prima di rientrare in famiglia in una catapecchia di lamiera o infilarsi in un vicolo maleodorante, si viene qui. Musica, disegno, sport, informatica. Oggi la squadra di calcetto femminile dei “Curumins” partecipa a un torneo. Sul pareti della palestra un manifesto del ministero del lavoro :“Un bambino che studia può scegliere il suo futuro”. Alberto e Adriana stanno costruendo quel futuro per molti ragazzi.

EMILIANO BOS

 


Copyright ©2008-2009 casadoscurumins.org - All rights reserved - Site by Arcaweb